Novità bonus casa 2018

Il 23 dicembre 2017 è stata approvata la Legge di Bilancio 2018

Qui il testo completo della Legge di Bilancio 2018

Di seguito elenchiamo le novità introdotte dal 2018 sui bonus casa.

Ecobonus ridotto al 50%

La detrazione sarà ancora attiva per il 2018 al 65%, ma ad esclusione di alcuni interventi che saranno al 50%.

DETRAZIONE AL 65%

  • Per caldaie a condensazione di efficienza pari alla classe A abbinate a sistemi di termoregolazione evoluta e per generatori d’aria calda a condensazione. Le sole caldaie in classe A avranno una detrazione fiscale del 50% mentre nessuna agevolazione sarà riconosciuta alle caldaie a condensazione di classe B.

DETRAZIONE AL 50%

  • Per acquisto e installazione di finestre e infissi, di schermature solarisostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione oppure con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. (La detrazione varrà dal 2018 anche per gli IACP)

.

Detrazione sismabonus fino 85%

Per le spese relative agli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3, finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e allariqualificazione energetica, spetterà una detrazione maggiorata dell’80% se gli interventi determineranno il passaggio a una classe di rischio inferiore o dell’85% se gli interventi determineranno il passaggio a due classi di rischio inferiori.

Bonus mobili ed elettrodomestici

E’ stata prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ ovvero A per i forni, ma solo in riferimento agli interventi di ristrutturazione iniziati a decorrere dal 1° gennaio 2017.

Cessione del credito

La Leggi di Bilancio ha introdotto la distinzione tra ecobonus e sismabonus.

ECOBONUS

  • Possibilità di trasferimento dei crediti per tutti gli interventi, sulle parti comuni condominiali e sulle singole unità immobiliari.

SISMABONUS

  • Potrà essere ceduto solo in caso di interventi sulle parti comuni o per la demolizione con ricostruzione. Il sismabonus al 75 e 85% può essere ceduto da tutti i beneficiari a privati e fornitori. Gli incapienti (che non possono recuperare lo sconto perché hanno un reddito troppo basso) potranno cedere l’ecobonus al 65, 70 e 75% a soggetti privati e alle banche. Gli altri beneficiari non incapienti potranno possono cedere l’ecobonus al 70 e 75% ai privati, non alle banche.

Bonus verde 36%

Viene introdotta questa nuova agevolazione, che consiste nella detrazione dell’Irpef nella misura pari al 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di balconi, terrazzi, lastrici solari e giardini, privati o condominiali. Lo sconto fiscale è previsto per l’acquisto e messa a dimora di nuove piante e per le relative spese di manutenzione, per l’installazione di impianti di irrigazione e per la realizzazione di pozzi. Il limite di spesa ammesso è di 5.000 euro e la detrazione può arrivare ad un massimo di 1.800 euro, da ripartire in 10 rate annuali.

Tags: